«

»

Apr 23

SAAB|news

Nuova intervista a Mr. Ahmed Zamier

Una foto di repertorio scattata a Mr. Ahmed Zamier Presidente di Brightwell Holding (Photo credit: Ttela)

I commenti di oggi…

Dopo aver lasciato l’affare Saab Mr. Ahmed Zamier Presidente di Brightwell Holding aveva già rilasciato un intervista alla stampa, ma dopo il Fallimento del brand scandinavo ed i successivi interessi di alcuni nuovi soggetti asiatici si erano quasi “perse le tracce” del manager Turco che in questi giorni ha nuovamente espresso nuovi pareri alla consociuta testata svedese Ttela. All’inizio dell’intervista Mr. Zamier non risparmia i dettagli sui business plan turchi “Eravamo pronti ad investire ben 9 Miliardi di Corone Svedesi in Saab nei prossimi anni. General Motors poteva tranquillamente arrivare a possedere il 25% dell’azienda e noi avevamo bisogno delle sue linee di produzioni negli Stati Uniti, ma non è andata così” afferma deciso “Purtroppo non abbiamo prove documentate di queste conversazioni con il colosso di Detroit” dichiara rivelandosi preoccupato per i possibili danni all’immagine di Brightwell Holding. Sono ormai passati quasi due mesi da quando Brightwell Holding si è ritirata dalla vicenda Saab e dal suo possibile acquisto, ma gran parte dei problemi sembravano proprio provenire da oltre oceano “Il nostro business plan avrebbe richiesto un rapporto diretto con General Motors, e ci siamo subito resi conto che ciò non avrebbe funzionato, così abbiamo scelto di ritirarci” afferma il manager turco che ripercorrendo le tappe cronologiche dell’affare conferma “Dopo i primi negoziati ai quali General Motors sembrava più che collaborativa ci siamo ritrovati davanti ad alcuni secchi No ripetuti poi alla stampa dal loro portavoce Mr. James Cain“.

In precedenza Mr. Ahmed Zamier aveva però parlato con alte sfere del Gruppo Staunitense, come il Vice Presidente di General Motors “Ho la documentazione scritta di questi rapporti” ha dichiarato “Abbiamo iniziato a discutere di una possibile produzione della 9-4X presso i loro stabilimenti, ci avevano richiesto 73 Milioni di Dollari per riprendere la produzione, noi eravamo disposti a presentarli era un affare per entrambi, ma ad un certo punto sono iniziati i No”. Brightwell Holding era disposta ad investire quasi 9 Miliardi di Corone Svedesi nei primi anni, ma l’affare sfumò all’ultimo minuto “Abbiamo capito dopo un primo No che la vicenda si sarebbe complicata e sarebbe stata ingestibile, così abbiamo scelto di abbandonare l’affare“. Un abbandono doloroso per il manager turco che concludendo dichiara “Ora General Motors potrà essere solo unnostro concorrente, abbiamo altri progetti in corso, ma ci sarebbe piaciuto fare qualcosa di buono”.

Lascia un commento