«

»

Mag 07

SAAB|news

Critiche per il Governo Svedese

Una foto scattata al Governo Svedese durante le elezioni (Photo Credit: Wikipedia)

Fondi fermi…

Il Governo Svedese, dopo alcuni mesi dal fallimento del brand scandinavo Saab, si era mosso per alleviare la crisi economico/occupazionale creatasi nella città di Trollhättan e nella Regione di Västra Götaland. Lo Stato Svedese aveva previsto di elargire nuovi fondi economici per la formazione degli ex lavoratori Saab in modo da ridare a tutti una nuova concreta possibilità di ritornare sul mercato del lavoro. Tali fondi erano stati elargiti però non solo dal Governo Svedese, ma soprattutto dai Fondi Europei per la formazione e il reinserimento nel mercato del lavoro, nati proprio per sostenere i lavoratori più disagiati. Il Governo Svedese sembra però “sotto tiro” da parte di gran parte dei mass media scandinavi che seguendo da vicino l’intera vicenda sfociata nei mesi scorsi in una vera crisi sociale senza precedenti, hanno accusato lo Stato di lentezza nell’esercizio delle proprie funzioni e dei propri progetti. Il Governo Svedese sembra non si sia dato completamente da fare sull’applicazione di tale progetto e parte dei fondi garantiti per la formazione ed il sostegno agli ex dipendenti di Saab sembrano ancora mancare a causa delle lentezze burocratiche del Governo. Cercando di riassumere più che brevemente l’intera vicenda Mr. Hakan Presidente del Sindacato operaio If Metall (il principale organo dei lavoratori della sede centrale Saab di Trollhättan) ha dichiarato alla testata P4 Väst “E’ semplicemente uno scandalo” cercando di evitare ogni genere di commento personale. La vicenda sembra iniziare a diventare contorta ed ovviamente l’umore dei diversi ex dipendenti Saab non è dei migliori, ma una prima reazione è già stata raccolta da parte del Dipartimento del Lavoro Svedese che ha annunciato “Tale processo richiede diverso tempo e l’intenzione è di utilizzare il denaro avanzato dal fondo Europeo”.

Lascia un commento