«

»

Giu 13

SAAB|news

Conferenza stampa sul nuovo proprietario di Saab

Una foto scattata proprio durante la conferenza stampa di oggi (Photo Credit: Ttela.se)

La conferenza…

Inziata pochi minuti prima del previsto la conferenza stampa indetta dagli Amministratori Fallimentari del brand scandinavo Saab ha visto la presenza di Mr. Karl-Erling Trogen Presidente del consorzio National electric Vehicle Sweden che è stato confermato ufficialmente come nuovo proprietario della casa di Trollhättan. Durante la conferenza i mass media hanno seguito con attenzione le notizie riportate dai due Amministratori Fallimentari Mr. Hans Bergqvist e Mr.s Anne-Marie Pouteaux che dal fallimento di Saab nel Dicembre dello scorso anno hanno seguito da molto vicino l’intero affare. La vendita della massa fallimentare del marchio svedese comprendente Saab Automobile Ab (produzione delle vetture), Saab Automobile Powertrain Ab (produzione e sviluppo motori) e Saab Automobile Tools Ab (distribuzione materiali e prodotti Saab) si è conclusa e dopo le prime rumors della scorsa settimana sono arrivate finalmente oggi le prime conferme ufficiali, tanto auspicate anche dalla nostra Redazione. Oltre a Mr. Karl-Erling Trogen i media presenti in sala hanno riconosciuto Mr. Kai Johan Jiang Ceo dell’azienda asiatica collegata al consorzio elettrico che è diventato a tutti gli effetti il nuovo proprietario del marchio Saab. Dopo i primi commenti dei due Amministratori Fallimentari il microfono è stato infatti preso sia da Mr. Karl-Erling Trogen Presidente di National Electric Vehicle Sweden che da Mr. Kai Johan Jiang Amministratore Delegato di National Modern Energy Holdings Ltd. la società cinese che detiene il 51% delle quote del consorzio elettrico. Mr. Hans Bergqvist ha dato il via alla conferenza con una prima dichiarazione “Sei mesi fa avevamo dichiarato che il nostro paziente stava sanguinando, ma in questo periodo ha smesso di sanguinare e questo ci ha permesso di dare il via alla sua vendita” proseguendo poi sul valore del marchio “Durante questo periodo abbiamo imparato a conoscere quanto sia i dipendenti che i fans siano fedeli a questo brand ed è stato anche grazie a loro se siamo arrivati quì oggi”. Dopo pochi minuti però ecco l’annuncio ufficiale sempre per mano di Mr. Bergqvist “Si apre un nuovo capitolo industriale per Saab grazie a National Electric Vehicle Sweden” seguito da Mr.s Anne-Marie Pouteaux che ha affermato “Voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto e seguito, tra cui gli ex dipendenti e Mr. Victor Muller”.

Una foto scattata ai due Amministratori Fallimentari durante il loro intervento (Photo Credit: Ttela.se)

La conferenza è poi proseguita con Mr. Kai Johan Jiang che ha esordito “E’ un grande giorno per me, siamo fieri di annunciarVi che abbiamo concordato l’acquisto di Saab Automobile Ab. La mia città natale si trova in Cina, ma sono in Svezia da 23 anni e sono felice di poter contribuire alla crescita economica ed ambientale di questa nazione. Il futuro sarà delle vetture elettriche e proprio qui a Trollhättan le costruiremo”. “Con l’acquisto di Saab inizia una nuova era che combina l’ingegneria svedese con la tecnologia ed il mercato cinese” ha concluso il manager cinese che ha lasciato poi la parola a Mr. Karl-Erling Trogen Presidente del consorzio elettrico neoproprietario di Saab “Prima di morire volevo fare qualcosa per la Svezia e questo accordo guarda proprio al futuro. Secondo i nostri obbiettivi, Saab diventerà una società leader nell’automotive elettrico mondiale. Utilizzando le competenze disponibili in questa Regione ed i progressivi investimenti asiatici e le tecnologie giapponesi saremo in grado di fare grandi cose. Saab è un azienda con una storia gloriosa nel design e nell’innovazione per questo non poteva essere da meno in questo settore. Oggi il mercato dell’automotive elettrico è relativamente piccolo, ma è destinato a crescere soprattutto in mercati importanti come Stati Uniti e Cina. L’economia cinese è cresciuta del 10% in un anno e la classe media potrà acquistare questo tipo di vetture” ha dichiarato proseguendo poi sulla futura gamma di auto Saab “Non siamo interessati a 9-5 e 9-4X, il nostro vero interesse è sulla 9-3 fabbricata a Trollhättan. Non abbiamo i diritti di produzione per la 9-5 e 9-4X li lasciamo pure a General Motors, così come non abbiamo acquistato Saab Parts Ab che rimarrà allo Stato Svedese”. Il Presidente ha quindi concluso “Non siamo quì per comunicarVi la cifra con cui abbiamo acquistato questo marchio, ma siamo quì per indicarVi la nuova era di Saab, il nostro primo obbiettivo rimane la 9-3 ed il suo funzionamento elettrico. Lavoreremo anche sulla piattaforma Phoenix e da essa partirà la gamma Saab. Puntiamo di lanciare sul mercato la nostra prima auto elettrica verso la fine del 2013/2014”. Saab non è morta, ma ripartirà grazie a questo nuovo acquirente, ma prima di sbilanciarci con nuovi editoriali lasciamo a Voi ogni commento.

34 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Vector
    Vector

    OLEEEEEEEE SAAB VIVEEEEE TIE’ GUFI D M****!!!!!!!! W SAAB!
    anke se preferivo gli indians.

  2. Luca

    Sono contento di come è finita… Vediamo adesso il piano industriale prima di cantare vittoria.

  3. Ricki

    io sono assolutamente deluso e triste.La storia di saab non verrà mantenuta,e ci ritroveremo con auto elettriche che per almeno 10 anni non avranno la possibilità di avere un grande mercato e sulle ibride bisogna vedere come lavoreranno.Fatto sta che per essere un marchio europeo,in europa avrà ben poco da dire

  4. Bernardo

    E’ stata sfiancante ma è finita. Credo che in autunno andrò a Trollhattan come pellegrinaggio ex voto…intanto mi godo la mia 93 cabrio consegnatami l’anno scorso e guardo al futuro con ottimismo. Grazie a questo fantastico blog che è stata l’unica lama di sole in un cielo scuro scuro fino ad oggi.
    LONG LIFE SAAB

  5. gianb

    Peggio di così non poteva finire. Il Brand oggi muore, scompare totalmente nell’ anonimato. Se non c’erano davvero soluzioni alternative, era meglio chiudere la storia a dicembre 2011. Non vedo futuro nell’ elettrico e i volumi comunque saranno sempre irrisori; casomai le vendite premieranno marchi generalisti come VW, Toyota, GM ma non marchi premium come Saab. Non so nemmeno se inizieranno a produrla la 9-3 elettrica. Che schifo!!!!
    Tra l’ altro le 9-5 MY2010 da oggi non valgono più nulla.
     

  6. giovanni

    Peccato. Speravo in qualcosa di meglio. Faranno anche le biciclette elettriche ?
    Penso che la mia prossima auto non potrà più essere una Saab. 

  7. UMBERTO

    Questa si che è una bella notizia di mxxxa!!! Da tutto questo casino ho imparato che le lobby politiche e di interesse industriale grazie a Dio non esistono solo in Italia e questa vicenda ne è l’esempio. Quante belle parole di circostanza……….falsi e giudei!!! Volevano la 93 ePower e l’hanno avuta alle loro condizioni e al prezzo che volevano, che schifo!!! Hanno scartato chi offriva maggiori garanzie economiche e questa è una palese svendita del brand a favore di lobby, a favore dei poteri politici. Il futuro, l’energia alternativa ma VxxxxxxxxO tante belle parole di circostanza e basta. Non sono per niente ottimista e giuro che se sarà così non comprerò queste macchine svedesi manco fossero le ultime al mondo, peggio delle auto gm!!!
    La SAAB purtroppo è morta e il mitico 2.0 TURBO resterà un ricordo con tutte le sue emozioni.

  8. saabdriver

    …dagli AEREI alle AUTOMOBILINE ELETTRICHE…ke tristezza!!! ;-(((

  9. Francesco

    L’unica notizia buona è che per ora il marchio SAAB non è morto, però secondo me è stato fatto un errore madornale.
    Bisognava vendere il marchio ad un compratore che produce automobili e che ha tante risorse, vedi Mahindra, così da poter far ripartire produzione e progetti ex novo.
    Sperare che un consorzio semi-cinese possa gestire un marchio automobilistico è pura utopia, oltretutto puntanto solo sull’elettrico, tecnologia sicuramente in espansione, ma non per molto tempo.
     
    Peccato.

  10. ezio

    Che peccato !!
    Auto elettriche?? pffffffff….
    Cerchero’ di accaparrarmi una delle ultime 9-5  1.6  oppure 2.0 biopower
    l’apice tecnico della produzione…il resto èer me sono solo fumo…
    Mi spiace veramente per questo marchio.

  11. miky

    Concordo al 100% con tutti quelli che sono tristi o ica$$ati , oggi la SAAB come la conosciamo e’ definitivamente morta. Al suo posto un’ entita’ che produrra’ ( chissa’ quando ) dei modelli di nicchia per non si sa bene quali clienti. I volumi di vendita delle ibride sono ancora oggi ridicoli  anche per marchi che li producono da oltre 10 anni ( Prius ) con alle spalle colossi del settore . Delle elettriche meglio non parlare perche’ fra autonomie ridicole e prezzi da supercar ……
    Quindi se trovero’ una bella SAAB usata ora che si svaluteranno in modo esagerato non me la faro’ scappare e me la godro’ fino a quando resistera’.
    Detto questo buona fortuna a tutti i dipendenti della nuova Saab credo che ne avranno veramente  bisogno

  12. Andrea

    Addio Saab

  13. daniele

    forse era più onorevole fallire che non vedere progetti utopistici che porteranno ad una chiusura in tempi rapidissimi,il mondo va a benzina e questi fanno girare le macchinine elettriche…

  14. davis13

    Concordando con chi ha scritto prima, dico che dalle emozioni di sapore aeronautico si passerà alle asetticità elettriche: ovvero emozioni zero…Complimenti vivissimi agli amministratori fallimentari, se mai avrò la possibilità di comprarmi un’auto premium di certo non sarà Saab…

  15. sandro48

    Sono contento per i dipendenti cui auguro di poter tornare al lavoro quanto prima.
    Sono contento per i fornitori cui auguro di incassare il dovuto quanto prima.

    Guardo la mia SAAB e penso che non ne vedrò più una e mi dispiace molto.

    Secondo me i curatori fallimentari e via dicendo hanno fatto una corbelleria colossale, queste vetture a pila (chè altro non sono) prima di sfondare sul mercato sia USA che cinese (europa=o) sai quanto tempo passerà? una vita. 
    Non mi meraviglierei se di qui a 1-2 anni siamo punto e da capo, ennesimo fallimento in vista. Ma chi c’è dietro questo consorzio? La longa manus di GM?

  16. UMBERTO

    http://www.youtube.com/watch?v=1b26BD5KjH0

    GM che vuole chiudere SAAB, Spyker che spolpa SAAB, curatori fallimentari che fanno gli interessi delle lobby di potere e non di SAAB, in ultimo il consorzio che decreta la fine delle vere SAAB…questa è l’unica canzone che esprime il mio umore.

    ps: VECTOR poi mi spieghi tutta questa gioia. Sinceramente la trovo incomprensibile.

  17. Fabio
    Fabio

    davvero triste…. son d’accordo con Sandro, ma se tra un anno o due ci sarà un fallimento, cosa ne sarà rimasto di SAAB? Forse il nome.. il resto avran già fatto sparire tutto..
    ma come si fa a non interessarsi di 9-4 e 9-5?? come si può partire solo dalla 9-3 attuale che pur essendo stupenda sente un po il peso degli anni?? io la vedo come se vorrebbero vendere una super tecnologia (che venderanno a chissà quanto) dentro ad un auto che è sul mercato dal 2003?? chi se la compra?
    e poi, la loro prima auto nella fine del 2013/2014?? un anno e mezzo??  boh… non ci capisco più nulla… son solo deluso.. 

  18. nazario

    Anch’io sono molto pessimista. Le ragioni le avete già dette voi. Dico solo che quando una stella si spegne non è solo per colpe proprie, ma anche per le colpe, l’inefficenza, la mancanza di realismo e di intelligenza (per non parlare degli approfittatori), di quelli che gli stanno intorno. Addio Saab.

  19. ceoletta

    Che brutta fine.
    Guardo la mia 95 aero e la 900 se aero di mia moglie ed ora so che si stanno estinguendo!
    Mi spiace per l’officina autorizzata che mi ha sempre seguito con cura e passione ma mi rendo conto che sarà sempre più difficile riparare eventuali danni.
    Cosa rimane della tecnologia turbo, delle sensazioni che da?

    Ora sono realmente sicuro che le mie auto future NON saranno  più SAAB , tantomeno  queste saab a pile.

        SAAB è morta, gloria a SAAB.    

  20. lorenzo

    Macchè prendiamo esempio. La riconversione di fabbriche verso nuove tecnologie è solo un bene. dovremmo farlo anche noi che ne abbiamo…di fabbriche dismesse. e poi Saab elettrica??? ben venga !!!

  21. Luca

    Non vorrei essere una voce fuori dal coro ma quasi tutte le case automobilistiche stanno realizzando business plan per nuove fabbriche che produrranno solo vetture elettriche. Il gruppo VW sta pensando di impiantarne una vicino Torino, Renault una in Belgio, ecc… Quindi, a mio parere, la scelta non è del tutto errata e, come sempre, ciò che fa la differenza sarà il piano industriale ed il nuovo managemente che dovrà gestire la nuova società. Sperando che questa fantomatica NEVS non sia prestanome di qualche altro speculatore… Vedremo…

  22. giovanni

    Probabilmente NEVS godrà e vivrà di eco-sovvenzioni e ciò che rimane di Saab continuerà ad essere spolpato e definitivamente smembrato. Decisione politica assurda, si guarda al futuro (l’elettrico è ancora molto molto lontano) senza poter vivere il presente. Credo che gli ex-dipendenti Saab saranno molto perplessi. Qualcuno sa quante TESLA elettriche ( prezzo : € 120.000) sono state vendute finora ?
     Purtroppo non ci sarà mai più una Saab  “SAAB”. 

  23. michele

    PER LUCA
    Scusa Luca ma stai dimenticando un PICCOLO particolare , ovvero che le altre case nel frattempo vivono , e parecchie anche con difficolta’ , vendendo auto convenzionali . Io non discuto che l’elettrico potra’ essere il futuro delle auto ma nel presente non esiste una sola casa che possa sopravvivere , e parlo di case con le spalle forti , con i numeri attuali di vendita delle elettriche/ibride.
    Ciao
     
     

  24. MenozziAuto

    In questo momento sono molto combattuto su cosa dire……
    Sicuramente in un ottica futura l’utilizzo di fonti alternative è un buon piano allo stesso tempo però anche lasciare tutto il knowhow è un peccato.
    Credo che prima di pronunciarci in un senso e nell’altro bisogna attendere qualche giorno e cercare di capire quale piano intende mettere in atto NEVS.
    Chi cmq ritiene che a questo punto le vetture si svalutino e vengono via a due soldi credo che stia facendo dei conti sbagliati.
    Al costo di ripetermi credo che sia corretto attendere qualche giorno e non farsi portare dall’enfasi del momento per dare giudizi affrettati.
    SAAB vive e questo è già una cosa buona ora vedremo cosa intendono fare

  25. Luca

    PER MICHELE
    Quello che dici è verissimo ma dimmi come fa una SAAB distrutta in tutto a fare VERA concorrenza ai grandi gruppi quali Mercedes, Bmw, Audi, Toyota, ecc…  
    E’ un suicidio ripartire con SAAB che produce vetture tradizionali.
    E poi aspettiamo… Il futuro dirà chi ha ragione. 

  26. miky

    Sul fatto di aspettare ( purtroppo non si potra’ fare altro per quasi 2 anni ) credo che tutti siamo daccordo . E’ chiaro che anche i piu’ critici fra di noi sperano nel loro intimo di essere smentiti dai fatti anche se chi , come me , e’ imprenditore da tanti anni sa che dopo un anno di incassi zero stare altri 2 anni senza incassare , attenzione non guadagnare , e’ un rischio imprenditoriale pazzesco oltretutto in un periodo gia’ disgraziato per i fatti suoi. Penso che molti , io compreso , sperassero nella soluzione indiana cjhe , utilizzando la piattaforma phoenix e le potenzialita’ produttive di Mahindra gia’ esistenti , avrebbero potuto far ricominciare la produzione in tempi piu’ brevi e con veicoli che avrebbero potuto avere da subito una risposta commerciale positiva Detto questo siamo tutti SAABISTI quindi incrociamo le dita …..

  27. Vector
    Vector

    @umberto
    ma ke skerzi? preferivi vederla morire? ma v siete ammattiti? ok ovvio ke se già se ne vendevano 5 all’anno se ne venderan 1 all’anno, ma piuttost d morire cakkio.
    la paura è ke se divent cosi costos noi nn ce la s puo comprare se costera cm un bugatti ki se la piglia? :-S vediam cm và è prest x sparare risultati ki vivra vedra

  28. miky

    Scusa Vector non ti offendere sara’ che sono anziano ma non ho capito un accidenti di quello che hai scritto. Potresti riscriverlo senza X K e completando tutte le parole ? Grazie

  29. klekle

    Sono molto amareggiato…
    è l’auto dei miei sogni 9-3 cabrio…ho 26 anni nn ho fatto in tempo a laurearmi e iniziare lavoro per prendermela e non ci sara già più..nn saprei che fare…
    Un saluto a tutti voi che avete una saab…

  30. miky

    Caro Klekle io di anni ne ho 48 e la prima Saab , dopo averla desiderata fin dalle scuole medie quando passavo le mezzore fuori dal concessionario per guardarle attraverso le vetrine , l’ho comprata di seconda mano a 35 anni. Pensa positivo , le Saab sono auto affidabilissime e quasi indistruttibili , puo’ testimoniarlo mio fratello uscito illeso dopo aver distrutto completamente la mia 9000I ( proprio Lei la mia prima Saab !!! ). di 9-3 cabrio ce ne sono tantissime in giro e per moltissimi anni a venire ce ne saranno.
    Prenditi la laurea , magari fai come me e fatti una esperienza all’estero e vedrai che piu’ presto di quanto credi sarai seduto al volante di una delle marche che , piaccia o no , hanno fatto la storia dell’automobile .
    In bocca al lupo per il futuro.
    Michele
     
     

  31. klekle

    Michele…GRAZIE
    leggevo i commenti e volevo farti i complimenti per  la positività e il rispetto che hai per SAAB..
    ma ancora di più per il filo di speranza che lasci ai giovani che hanno il sogno di averne una.
    Diventerò un SABBISTA…
    Kledjan
     

  32. miky

    E di sicuro non te ne pentirai

  33. stekawa63

    BYE BYE SAAB

  34. ferrino

    io posseggo  una 900 turbo cabrio 12v del 1993 aero  : i cinesi non l’avranno mai !!!!

Lascia un commento