Giu 20

Il Sindacato Unionen e Saab

Una foto scattata a Mr.s Cecilia Fahlberg dell'Ufficio Stampa del Sindacato Unionen (Photo Credit: Unionen.se)

Commenti dal Sindacato…

Già in passato Vi avevamo segnalato che oltre ad If Metall, la storica sede centrale Saab di Trollhättan vedeva la presenza del Sindacato Unionen legato di più ai “colletti bianchi” del brand automobilistico che alla classe operaia, ed ecco un nuovo articolo che lascia spazio anche a questa figura. Unionen non si era ancora pronunciato sulla conclusione della vicenda Saab e sulla proclamazione ufficiale del nuovo proprietario del brand: il consorzio elettrico Nevs National Electric Vehicle Sweden, fino ad oggi. Mr.s Cecilia Fahlberg Responsabile dell’Ufficio Stampa di Unionen ha esordito alla stampa che chiedeva delucidazioni in merito “Il Sindacato Unionen si conferma sollevato da questa acquisizione” riferendosi alla rinascita del brand scandivavo per mano del consorzio Nevs che ha evitato il fallimento completo e la chiusura dell’azienda di Trollhättan. Mr.s Fahlberg si augura che la notizia relativa all’acquisizione da parte di Nevs possa dare maggiori possibilità agli ormai ex dipendenti del marchio svedese, ed ha affermato “Ora ci sono opportunità per una ripresa positiva sia per Saab, che per i suoi lavoratori e per le imprese della Regione collegate al brand automobilistico. Le innovazioni e le tecnologie descritte da Nevs richiedono solide competenze che potranno essere ricercate negli ex dipendenti di Saab. Speriamo che dopo la conferenza stampa ufficiale si possa proseguire verso questa direzione riassumendo gran parte della forza lavoro di Saab”. In un ultima nota, Mr.s Cecilia Fahlberg ha confermato che entrambi i Sindacati di Saab: Unionen e If Metall continueranno a lavorare a fianco dei propri iscritti e monitoreranno ogni evoluzione dell’affare seguendo da vicino il futuro della massa fallimentare Saab con il nuovo proprietario Nevs.