«

»

Giu 25

SAAB|news

Investimenti per i lavoratori

Una foto scattata in una delle Agenzie per il Lavoro Svedesi (Photo Credit: Ttela.se)

Uffici di collocamento…

La crisi sociale ed economica che vede protagonisti, loro malgrado, gli ex dipendenti del marchio svedese Saab sembra essere seguita senza sosta da diversi enti come le Agenzia per il Lavoro Nazionale che non hanno mai abbandonato i lavoratori di Trollhättan e come conferma Mr. Bertil Andersson Area Manager dell’Agenzia “Stiamo investendo sui dipendenti di Saab” assicurando un sostegno ed un attenzione particolare per gli ex lavoratori della casa automobilistica scandinava. Mr. Andersson intervistato da alcuni mass media svedesi afferma “Abbiamo assunto tre specialisti per affrontare e seguire al meglio questa delicata vicenda. Tre persone che lavorano ogni giorno per gestire le conseguenze del fallimento di Saab perché il nostro principale obbiettivo rimane di ridurre al minimo l’esclusione dal mondo del lavoro degli ex dipendenti Saab“. Dopo i primi Fondi elargiti dalla Commissione Europea per fronteggiare questa crisi occupazionale anche gli Uffici della Presidenza di Trollhättan si stanno mobilitando per soddisfare le richieste crescenti di assistenza agli ex dipendenti Saab. Gran parte delle richieste arrivano da persone che per diversi motivi non riescono a riaffacciarsi velocemente sul mondo del lavoro “Saab era un vero modello in Svezia, riusciva ad impiegare tra le sue fila persone disabili e/o con diversi problemi dando loro la possibilità di lavorare in fabbrica. Gran parte di loro vedeva il proprio futuro legato al destino del marchio e dopo il fallimento si sono ritrovati davanti ad un futuro sempre più incerto ed è per loro che bisogna investire risorse” continua Mr. Bertil Andersson. Sono in molti i lavoratori ad essere ancora preoccupati per il futuro secondo diversi enti, la chiusura di Saab non ha portato ad una crisi occupazionale ed economica solo per i dipendenti del marchio, ma per tutto l’indotto e diverse categorie protette sembrano risentirlo più di altre, il tempo passa le assunzioni non sembrano così rifiorire nemmeno nella rinata Saab di Nevs e aumentano i dubbi sul futuro “Inizialmente, potremmo non essere così molto preoccupati, ma sappiamo che il rischio aumenta giorno dopo giorno e dobbiamo prepararci ad ogni possibile scenario” dichiara Mr. Bertil Andersson rivelandosi deciso a sostenere i lavoratori in situazioni sempre più nere. Le tre figure neo assunte lavoreranno solo ed esclusivamente sul destino degli ex dipendenti di Saab riconferma il manager che conferma di aver già intravisto progetti e programmi interessanti per poter ridare speranze e futuro occupazionale a numerosi lavoratori a Trollhättan, le tempistiche poi non sono così lunghe ed entro Agosto grazie ai Fondi Europei si potranno definire le strategie occupazionali migliori “Secondo la nostra valutazione, se queste persone grazie a Saab avevano evitato di diventare disoccupate in passato, con i nostri sforzi sono quasi sicuro di poter ridurre al minimo la loro esclusione dal mondo del lavoro” conclude Mr. Andersson.

1 comment

  1. Luigi

    Spero che tutti gli ex dipendenti possano ritrovare la giusta serenità.

Lascia un commento