«

»

Giu 12

SAAB|news

National Electric Vehicle Sweden ancora favorito

Una colonnina elettrica utilizzata per le vetture elettriche (Photo Credit: Reuters)

Il consorzio elettrico ancora primo…

L’Agenzia Stampa Svedese Tt ha battuto una nuova news legata al destino di Saab che sembra riconfermare le prime rumors segnalate la scorsa settimana, il consorzio National Electric Vehicle Sweden è il vero favorito tra i soggetti interessati a Saab Automobile Ab. Sembra che il consorzio elettrico sia davvero il futuro proprietario del brand scandinavo di Trollhättan e se già la scorsa settimana diverse indiscrezioni lo vedevano ormai pronto a siglare gli ultimi dettagli sull’affare con gli Amministratori Fallimentari, sembra che National Electric Vehicle Sweden abbia ormai firmato un primo accordo con il team di curatori fallimentari. Ripetiamo, queste sono solo rumors che dovranno essere ancora confermate, ma a differenza delle news riportate fino ad oggi, queste indiscrezioni sono state pubblicate dall’Agenzia di Stampa Nazionale Svedese Tt la cui autorevolezza è quasi fuori discussione. Ieri la nuova offerta avanzata dal produttore cinese Zhejiang Youngman era stata presentata come la più alta a disposizione del team di curatori fallimentari, ma la vera paura da parte degli Amministratori Fallimentari è rivolta all’Autorità Cinese Ndrc che come è già capitato in passato potrebbe ritardare ulteriori finanziamenti futuri o bocciarli completamente compromettendo conseguentemente il destino della casa automobilistica di Trollhättan. National Electric Vehicle Sweden grazie alla sua sede legale sulle Isole Vergini non presenterebbe questo possibile problema e se la news sarà confermata, gli Amministratori Fallimentari si confermerebbero più attenti a diversi aspetti e non al solo profitto ricevuto dalla vendita del brand. Attendiamo come sempre maggiori dettagli, ma rimaniamo sempre pronti a segnalarVi ogni evoluzione di questo affare.

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Andrea

    Vendere 1000 auto elettriche all’anno lo chiamano futuro. Ma per piacere, Saab è morta ormai. FINE

  2. Bernardo

    Andrea ancora non è detta l’ultima parola e poi mi sembra che abbiano parlato anche di ibrido. LONG LIFE SAAB

  3. Andrea

    Temo che le speranze siano finite purtroppo, e lo dico con grande tristezza. È dal 2010 che Muller ci illude e poi abbiamo visto tutti come é andata a finire, per non parlare dal 19 dicembre del 2011 dove tra speranze e illusioni e la lentezza dei curatori fallimentari c’è sempre qualcosa che impedisce un accordo, non ci credo più. Rimandano di settimana in settimana d prima di settembre, forse, non succederà nulla. Se fanno qualcosa prima, vedasi elettrico, a mio parere è la fine della brand.

  4. Fabio
    Fabio

    ……non so cosa dire…  non è una bella notizia.. questi vengono fuori dal nulla, e gli amministratori fallimentari ci van dietro.. chissà cosa c’è sotto..
    Mahindra avrà molta più storia e più esperienza, più credibilità, Zhejiang da parte sua ci ha fatto vedere molto interesse e costanza in tutti questi mesi, è dal 13 giugno 2011 che si hanno le prime informazioni di questi! boh… delusione se va in mano a questi del National ecc ecc nati solo 20 giorni fa… 🙁 

  5. Luca

    A mio parere la verità è che ci sia un accordo tra stati (Usa e Svezia) per non far ripartire Saab. Magari salvando in qualche modo gli addetti ai lavori inventandosi una fantomatica azienda con sede legale nelle Isole Vergini. Ma per piacere!

  6. MenozziAuto

    Perchè dovete dire che SAAB è morta. Se anche dovesse essere NEVS il nuovo proprietario di SAAB non vorrebbe assolutamente dire che la casa chiude. SAAB da sempre è stata un’azienda pioneristica e innovativa il fatto di imboccare una nuova strada non vuol dire che per forza sarà la rovina. Tuttte le case automobilistiche stanno pensando di spingersi verso direzioni più ambientaliste e SAAB ha sempre cercato di essere in prima linee su queste questioni. Per primi abbiamo abbandonato le vernici tossiche e l’amianto dalle pastiglie dei freni. Per primi abbiamo pensato a quello che succedeva all’auto una volta che il porpietario avesse deciso di dismetterla cercando di utilizzare materiali che potessero essere reciclati. SAAB da anni sta studiando vetture elettriche e su internet potete trovare i filmati delle 9-3 con questi motori. Nessuno al momento può sapere cosa succederà ma anche se con un apparente cambio di direzione il  nuovo proprietario sono sicuro che continuerà a costruire automezzi che rispettano a pieno la filosofia SAAB. Inoltre chi dice che la produzione di mezzi sarà di 1000 pezzi? Noi siamo di Milano e io ho visto quanti nostri clienti affezionati al marchio dovendo cambiare auto hanno optato per un mezzo Ibrido, io credo che la richiesta ci sia e che se dovessimo intraprendere questa strada vorrebbe dire ancora una volta in più che siamo avanti agli altri…..

Lascia un commento