«

»

Giu 21

SAAB|news

Nuove voci sull’indiana Mahindra & Mahindra Ltd.

Una foto di una fabbrica di Suv Mahindra & Mahindra Ltd. in India (Photo Credit: WashingtonPost.com)

Ancora rumors…

Sembrava che in questi giorni le voci sulla vicenda Saab fossero terminate, ma con questa news battuta stamattina dalla testata scandinava Ttela e poi riportata dal blog internazionale Saabs United, le rumors sul costruttore indiano Mahindra & Mahindra Ltd. ritornano prepotentemente protagoniste sul futuro di Saab. Come Vi avevamo segnalato precedentemente il produttore indiano si era rivelato disposto a produrre la gamma di vetture Saab con normali propulsori a Benzina e Gasolio abbinati a soluzioni innovative capaci di ridurre le emissioni nocive di Co2, una produzione effettuata ovviamente in collaborazione con il proprietario del marchio il consorzio Nevs in questi anni di “transizione” prima del lancio ufficiale della futura Saab completamente elettrica. Diverse indiscrezioni vedono il consorzio elettrico Nevs sempre alla ricerca di un nuovo partner per iniziare la produzione di una gamma di vetture inizialmente a Benzina, Gasolio o BioEtanolo e diverse voci sembrano confermare che il produttore indiano possieda proprio tutte le qualità necessarie per concretizzare al meglio queste intenzioni, se questa rumors sarà confermata potrebbe rivelarsi un vero punto di forza sia per l’indiana Mahindra & Mahindra Ltd. (che potrà accedere alle tecnologie di produzione ed al know how di Saab), sia per il neo proprietario Nevs (in questo modo potrebbe delegare la produzione di una pre-gamma e concentrarsi contemporaneamente sullo sviluppo del futuro portafolio di prodotti), sia per addetti ai lavori ed alla clientela che potrebbe rimanere legata al marchio svedese. Molti sembrano dare queste indiscrezioni come semplici speculazioni, ma le voci insistenti su questo nuovo possibile accordo potrebbero rivelarsi concrete. Attendiamo maggiori dettagli, ma queste continue voci potrebbero ridare slancio alla casa di Trollhättan.

8 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Andrea

    Troppo bello per essere vero, non ci credo.

  2. miki 67

    speriamo di si dopo tante negativita almeno una buona ……….

  3. Luigi

    Sinceramente credo sia un ottima soluzione “tampone”. In questo modo i dealer non abbandonerebbero il marchio Saab e la più storica clientela potrebbe rimanere fedele al marchio. In ogni caso dobbiamo prepararci alla svolta elettrica.

  4. saabdriver

    …M&M, in quanto proprietaria del marchio Ssangyong potrebbe avere accesso a know-out e tecnologia del Gruppo Daimler-Benz e la cosa nn sarebbe, perniente, male…speriamo!!!

  5. nazario

    Sono completamente d’accordo con le voci sopra. In effetti, sebbene l’elettrico rappresenti il futuro delle auto, la sua piena realizzazione richiede ancora un bel po’ di anni. Poi, se tra cinque anni uscissero dei nuovi modelli elettrici SAAB, chi si ricorderebbe ancora di questo marchio, già oggi così in ribasso? Ed è mai possibile, poi, tra un anno proporre una 9,3 elettrica, che sebbene innovativa, si configura su un modelle ormai vecchio di dieci anni (senza contare che tutte le grandi case automobilistiche avranno modelli elettrici. Per fortuna Nevs conta di vendere soprattutto in Asia, e questo va bene).
    Per riassumere, vorrei dire che sarebbe molto saggio stipulare un accordo con Mahindra, in modo da tenere vivo il marchio SAAB, aggiornare un po’ la linea della 9.3, che rimane sempre una gran bella macchina, e produrre poi sulla nuova piattaforma Phoenix. Infine, consideriamo che se anche il futuro dell’auto è elettrico, ci saranno sempre modelli tradizionali o anche ibridi chissà per quanti decenni ancora!
    Quindi, bisogna produrre subito! Forza Mhaindra, tra presente e futuro, tu puoi rappresentare la vera salvezza di SAAB!!! 

  6. sandro48

    ora si comincia a ragionare ! ma dove pensa di andare Nevs se non si “salva” il bilancio per i prossimi anni finchè le auto a pila non diventino di uso comune ? a meno che non disponga di capitali illimitati ma ora come ora mi sembra strano … ben venga M&M !

  7. gianb

    Non illudetevi. Fin’ora le  indiscrezioni positive sono state sempre disattese, e sarà così anche stavolta.
    Se il consorzio elettrico è appena stato costituito, cosa volete che sia interessato al motore termico ? La risposta  sta nel nome del consorzio elettrico, per l’ appunto.

  8. Antonio

    Ritengo che Nazario, nel suo sms, abbia delineato in modo chiaro la situazione . Concordo in pieno con quanto da lui scritto. 

Lascia un commento