Nuovi commenti sull’offerta di Zhejiang Youngman

Una foto di repertorio dell'insegna Saab davanti la storica sede in Svezia (Photo Credit: F-Paper.com)

Tentate spiegazioni…

Il quadro della vicenda Saab si sta complicando sempre di più e questa nuova offerta di acquisto da parte del produttore cinese Zhejiang Youngman lo conferma chiaramente. “Se un possibile acquirente conferma in pubblico la propria offerta di acquisto non lo fa certamente perché gli conviene. Potrebbe speculare su queste affermazioni come potrebbe anciare messaggi ad altri soggetti in corsa per questo affare” esordisce Mr. Waldemar Lönnroth analista e giornalista economico svedese tentando di interpretare questa nuova offerta da parte del costruttore asiatico. “Zhejiang Youngman è l’unica azienda cinese formata da asiatici con sede in Cina a poter mettere le mani su Saab. Il consorzio National Electric Vehicle Sweden vede dietro le quinte una società asiatica che però segna la sua sede legale sulle Isole Vergini quindi non è una vera società cinese ache se la sua sede operativa si trova ad Hong Kong, che come tutti sanno gode di un autonomia amministrativa” afferma Mr. Lönnroth che tenta di dare la propria spiegazione sull’attuale processo di vendita. “Zhejiang Youngman vuole chiaramente mettere sotto pressione gli Amministratori Fallimentari dichiarando pubblicamente di aver proposto l’offerta più alta. I diversi creditori del marchio vogliono certamente rimettere le mani sui capitali da loro persi e cercheranno di sostenere senza ombra di dubbio colui che ha avanzato un offerta alta. Secondo i dati segnalati fino ad ora il consorzio Nationa Electric Vehicle Sweden ha presentato un offerta di 1,5 Miliardi di Corone Svedesi, ma ha escluso Saab Parts Ab e questa nuova proposta sembra ridare slancio all’affare” conferma il giornalista svedese che continuando nella sua analisi dichiara “Zhejiang Youngman ha dimostrato chiaramente che: non ha problemi economici ed i fondi a sua disposizione sono ampii, e che le rumors mediatiche attorno al processo Saab non la disturbano affatto. Solo gli Amministratori Fallimentari conoscono le vere risposte di questa vicenda e fino a quando non sarà tutto delineato non vogliono esporsi er nessuna ragione. Ci sono un sacco di informazioni in questo momento sull’affare Saab, ma le rumors puntano l’attenzione su qualcosa che definirei quasi secondario: il nome del prossimo proprietario, dimenticando che la cosa più importante oggi a Trollhättan ed in tutta la Regione c’è una forza lavoro senza occupazione e la crescita economica e sociale dipende da una veloce ripresa”. Speriamo che questa vicenda i possa concludere nel modo più veloce possibile, ma su una cosa siamo certi, le ultime parole dell’analista sono più condivisibili, gli Amministratori Fallimentari potrebbero tranquillamente celare ancora oggi il nome del nuovo acquirente, ma in questi giorni potrebbero ufficializzare la conclusione i questa vicenda, dalla quale non dipende solo il futuro di un brand automobilistico, ma un vero e proprio indotto senza paragone.