Lug 13

1700 ex dipendenti Saab hanno un nuovo impiego

Una foto di repertorio degli ormai ex dipendenti Saab in Svezia (Photo Credit: Ttela.se)

Meglio del previsto…

Sono stati consegnati alla stampa alcuni rilevamenti che lasciano ben sperare sul futuro della forza lavoro di Trollhättan e della sua Regione Svedese coinvolta nella vicenda Saab. Secondo i primi dati presentati ai mass media sembra che ben 1700 ex dipendenti della sede centrale Saab a Trollhättan hanno trovato un nuovo lavoro presso diverse aziende nella stessa Regione Scandinava dove risiedono. “E’ andata meglio del previsto. Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi durante il prossimo mese di Agosto, ma sono felice di confermare che più di mille ex dipendenti Saab ha una nuova occupazione” ha affermato Mr. Björn Gräsberg dell’Agenzia del Lavoro Trr Trygghetsrådet. Mr. Gräsberg ha inoltre dichiarato “Ora abbiamo 450 lavoratori in cerca di un nuovo lavoro. Per gli Ingegneri ed i professionisti qualificati il reinserimento nel mercato del lavoro è stato più facile, ma sono in molti a ricercare un occupazione”. La ricerca di un lavoro non vede confini e la stessa Agenzia Trr Trygghetsrådet ha registrato diversi trasferimenti dei lavoratori all’estero non solo in Scandinavia, ma in alcuni casi anche in Asia e per la precisione la Cina. Considerando l’indotto del marchio che si è rivolto a Trr Trygghetsrådet sono 1420 circa gli operai ancora alla ricerca di un occupazione, ma nei prossimi mesi si arriverà ad una svolta “700 nuovi posti sono previsti in Agosto ed in Autunno saranno disponibili 100 ulteriori occupazioni” ha affermato Mr.s Karina Persson dell’Agenzia Trr che vede un’imminente assunzione da parte del consorzio elettrico Nevs “Sono circa 600 gli ex dipendenti Saab sindacalizzati senza un lavoro, ma confido sulle scelte di Nevs perché il grado di preparazione di tali lavoratori è superiore alla media e coloro che sono già stati impiegati in Volvo sono stati elogiati dalla società svedese per il loro know how”. I posti di lavoro collegati al destino del marchio svedese Saab sono circa 3000 secondo alcune stime e riguardano sia il reparto di produzione che le società ad essa interconnesse come Saab Powertrain Ab, ma solo prossimamente si potranno “tirare le somme” sulla vicenda occupazionale che ha visto e vede ancora la Città di Trollhättan protagonista.