«

»

Lug 16

SAAB|news

Nuova intervista a Mr. Eric Geers

Una foto scattata a Mr. Eric Geers ex Direttore Esecutivo delle Comunicazioni per Saab Automobile Ab (Photo Credit: SveriegesRadio.se)

Si parla di Saab…

Mr. Eric Geers è forse uno degli ex membri dell’esecutivo Saab più conosciuti grazie al proprio ruolo di Direttore Esecutivo delle Comunicazioni, la celebre testata Sveriges Radio ha intervistato il manager oggi impegnato in Cina (come Vi avevamo segnalato) ed il bilancio sull’affare Saab e gli ultimi anni vissuti a Trollhättan non appaiono così scontati. “Non è stata stressante solo l’ultima battaglia, ma lo sono stati gli ultimi tre anni” ha esordito il manager olandese riferendosi chiaramente al fallimento ed alla vendita del marchio scandinavo “Il conflitto con General Motors era forte. Poi venne Koenigsegg, la ricostruzione e la mancanza di soldi ed infine il fallimento” dichiara con amarezza Mr. Geers. L’era Spyker era stata accolta con piacere da Mr. Geers e non manca di confermarlo chiaramente “Abbiamo avuto un buon rapporto da subito perché eravamo due olandesi” ammette sorridendo riferendosi a lui ed al Ceo Mr. Victor Muller “Ero molto orgoglioso del fatto che Mr. Muller sia olandese. L’industria automobilistica richiede grandi quantità di denaro ed è brutale sotto molti aspetti. Se non hai soldi accade quello che è successo a Saab. E’ un peccato che non abbiamo trovato un proprietario con ingenti somme di denaro” afferma il manager “Lavoravamo perfettamente durante il Marzo dello scorso anno, ma poi è arrivato il primo blocco di produzione e la mancanza di denaro”. La pressione dei mass media si faceva sentire pesantemente in quel periodo “Eravamo costantemente sui giornali, ed è stato stressante per tutti. La verità è stata probabilmente molto più turbolenta di quello che immagina il grande pubblico. Abbiamo creduto in Saab, era quasi come un culto e sapevamo che avevamo ragione” ammette Mr. Eric Geers con un filo di amarezza. “Noi crediamo nel marchio e pensavamo di avere le risorse finanziarie per continuare, ma ci siamo resi conto troppo tardi che ciò non era possibile” ammette il manager olandese che spostando il tema sul futuro della casa automobilistica di Trollhättan dichiara “Ora che Nevs ha acquistato Saab si apre un nuovo scenario. Spero che il nuovo proprietario abbia i fondi economici per guidare l’azienda e mi auguro che ritorni ad essere grande come un tempo. Sono un poco titubante sui Business Plan avanzati. Ho letto che vogliono costruire automobili in Svezia per poi rivenderle in Cina, ma credo che succederà il contrario. Ho avuto la fortuna di conoscere alcuni ‘dietro le quinte’ e forse il futuro sarà differente da come lo immaginiamo oggi” ha concluso Mr. Eric Geers.

2 comments

  1. marco

    andiamo bene……… se fosse vero a cosa è servita tutta la tiritera fallimentare dei mesi scorsi?

  2. andrea

    Tutto assurdo, dice ” è un peccato che non abbiamo trovato un proprietario con ingenti somme di denaro”!! Cinesi e indiani offrivano molto di più di nevs, ma guarda caso i curatori fallimentari hanno scelto questi ultimi!

Lascia un commento