«

»

Lug 02

SAAB|news

Nuove dichiarazioni di Mr. Johan Jiang Kai

Una foto scattata a Mr. Johan Jiang Kai immortalato nello stabilimento Saab in Svezia (Photo Credit: Dagens Industri)

Sempre più deciso…

Grazie ad un nuovo articolo pubblicato dal quotidiano economico svedese Dagens Industri possiamo segnalarVi alcune nuove dichiarazioni dell’azionista di maggioranza del consorzio elettrico Nevs proprietario di Saab Mr. Johan Jiang Kai. Secondo quanto segnalato dalla testata scandinava il manager di origini asiatiche ha dichiarato “La nostra valutazione dei rischi sull’acquisizione di Saab era in corso da due anni. Abbiamo concluso che anche se il marchio Saab non era disponibile avremmo continuato nell’affare per acquistare la società” ha confermato Mr. Jiang Kai riferendosi alla tenacia del suo team durante l’acquisizione del brand scandinavo Saab Automobile Ab. “Se possiamo usare il nome del marchio, le possibilità saranno sempre più ampie” ha aggiunto il manager cinese che da poco si è trasferito a Trollhättan. “Il progetto in corso è davvero arduo e propone ampi rischi, ma Saab Automobile Ab è un ottima società ed ha ora grandi possibilità per proporre sul mercato innovazioni e tecnologie senza pari. Sviluppare soluzioni elettriche nel settore automotive è il futuro del trasporto” afferma Mr. Jiang Kai che concludendo il suo intervento con la stampa scandinava si è dimostrato davvero stupito dalle discussioni in corso tra fans e mass media “Mi rattrista e mi ferisce profondamente questa mancanza di fiducia nei confronti di Nevs, ma Vi posso confermare che farò tutto il possibile per dimostrare che questi progetti saranno un successo” ha concluso il manager asiatico rivelandosi nuovamente deciso a ridare un futuro alla casa automobilistica di Trollhättan.

8 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. PAOLO

    Secondo me, se veramente non inizierà a breve una produzione di auto a combustione, saab non esite più. L’auto elettrica è una altra cosa, rispetto al ns attuale concetto di auto. Come si può pensare di proprorre una auto a degli appassionati del marchio dopo 2/3 di assenza di produzione e per di più proporre solo auto elettriche? Sarà anche il futuro l’elettrico, ma ogi non vi è certo mercato!

  2. sandro48

    basta, è finita, come SAAB; da oggi mi limiterò a leggere gli articoli e i commenti senza aggiungere nulla. 
    Saluti a tutti, buon lavoro e teniamocele da conto le ns. splendide SAAB. 

  3. nazario

    Forse, Paolo, non è così. Apri il Corriere della Sera di oggi e leggi in CorriereMotori l’articolo: “L’elettrica che dura”. Non è la prima volta che leggo simili notizie. Già avevo letto cose simili sul Sole24ore e su altri quotidiani. Forse il futuro è più vicino di quello che noi pensiamo: e, di questo, siamone grati perchè si tratta del bene di tutti e dello stesso pianeta. Ma, ti dico, fino a pochi giorni fa anch’io non ne ero consapevole. Forza, allora al lavoro, SaabNevs!
    Certo, tu dirai: ma le nostre Saab? E’ vero, ma non si può fermare il futuro. Le nostre Saab dovranno guadagnarsi i titoli sul campo, e sempre con le stesse concorrenti, Bmw, Audi, Toyota ecc. Così è il mondo. Per una futura salvezza le Saab dovranno mantenere per prima cosa il loro stile areonautico, e poi primeggiare sulle cose di ora, e cioè tecnologia, sicurezza ecc. E naturalmente, dovranno mettere bene in campo il rientro attaverso i media, sennò addio! Dovranno trovare comunque, qualcosa che avranno solo loro, solo loro, le Saab!
    Ma il fermo di questi anni, ci chiediamo, inciderà sulla sua sopravvivenza? Non lo so. Nessuno può saperlo, anche se di per sè il fatto non è certo positivo. Ma le nostre vecchie Saab, ormai, bisogna riconoscerlo, non avevano più futuro ed è inutile ora cercare gli errori e le responsabilità.
    Quindi, forza Nevs, forza Saab!!! Chissà che tra qualche anno, quando forse ci saremo dimenticati di tutto, ad un tratto ci gireremo esclamando: “ma quella non è una Saab?” !!!

  4. Bernardo

    Concordo in pieno con Nazario. LONG LIFE SAAB

  5. miky

    Io invece dissento nel modo piu’ assoluto. Con che cosa si pensa di fare concorrenza a BMW AUDI Toyota ecc? Con una 9-3 model year 2010 elettrica ? Iniziando a venderla fra 2 anni? O come e’ stato scritto qualche articolo fa motorizzando elettricamente la Norvegia??? Siamo seri di favole ne sono state raccontate fin troppe ed e’ ora di smetterla di crederci. Si parla di Tesla o di Ampera dimenticando che la Tesla sono anni che racconta che “DOMANI” uscira’ il modello  perfetto mentre la Ampera ( o Chevrolet  Volt ) che addirittura e’ stata insignita Auto dell’Anno 2012 negli Stati Uniti hanno sospeso la produzione per mancanza di ordini dopo aver fatto investimenti colossali. Sarebbe bello , oltre a conoscere il business Plan come dice giustamente Menozzi , anche sapere se e quanti soldi di sovvenzioni pubbliche andra’ a prendere questa fantomatica entita’e capire come sia possibile dopo aver acquistato un  marchio dire “Se possiamo usare il nome del marchio, le possibilità saranno sempre più ampie” come se usare o non usare il marchio faccia una differenza cosi insignificante. Perche’ non vorrei sentirmi dire fra un anno che purtroppo le cose non sono andate come era previsto e quindi …..
    Scusate il pessimismo ma da imprenditore tutta questa storia mi sembra talmente campata per aria da non sembrare neanche vera.
    Saluti a tutti
     

  6. girolamo

    Da proprietario e discreto appassionato di Saab credo che bisogna guardare la realtà. Saab non esiste più e chi ha comprato parte della società (perchè non è stato acquisito tutto il brand) la rilancerà in altri campi con altri nomi.
    R.I.P. Saab

  7. UMBERTO

    SE VOLETE CONTINUARE A SOGNARE FATELO PURE, PER ORA I SOGNI NON SONO TASSATI!!!
    IO CONTINUO A SOSTENERE CHE SE COLOSSI MONDIALI CHE VENDONO MILIONI DI AUTO IN TUTTO IL MONDO NELLA LORO GAMMA FANNO FIGURA GIUSTO UN’IBRIDA OD UNA ELETTRICA FORSE NON E’ COSI’ IMMEDIATO LO SBARCO DI MASSA DELL’ELETTRICO SUL NOSTRO MERCATO. E SE SI PENSA CHE LE VARIE RS (AUDI), M(BMW) AMG(MERCEDES) CONTINUANO AD AVERE UN TREND DI CRESCITA, QUALCOSA SIGNIFICHERA’……………..
    MI SEMBRA TANTO DI VIVERE IL DETTO “FACCIAMO BUON VISO A CATTIVO GIOCO”………….
    SE FINO AD IERI L’ASPIRAZIONE MASSIMA ERA QUELLA DI SENTIRE SFOGARE UNA VIGGEN, UNA TURBO X, UNA AERO NON E’ LOGICO PENSARE DI TROVARE LE STESSE EMOZIONI CON UN ELETTRODOMESTICO !!!
    TUTTE QUESTE COSCIENZE PER L’AMBIENTE DOVE ERANO QUANDO SI STACCAVANO ASSEGNI PER UN’AERO FIAMMANTE??? IL GRIFONE NON DEVE VIVERE A TUTTI I COSTI SNATURANDO LA SUA STORIA, LA MADRE DEL TURBO !!! E’ IMPENSABILE FARE VOLUMI DA 200000 (CORREGGETEMI SE SBAGLIO)SOLO CON L’ELETTRICO, IL MERCATO E’ NULLO, E’ INESISTENTE. 
    COMINCIAMO A FARE BENE LA DIFFERENZIATA, ABBIAMO TEMPO A VIVERE UNA SECONDA VITA PER VIVERE UN MERCATO DI AUTO ELETTRICHE…………E IO GIRERO’ CON LA MIA 900 CLASSIC CABRIO SPIEGANDO AI BAMBINI L’EMOZIONE DI UN ROMBO DI UN VERO MOTORE. SIAMO TANTI E SIAMO SAABBISTI, MA NON A TUTTI I COSTI DA OGGI PER IL DOMANI DOBBIAMO ACCETTARE QUESTA STRADA.

  8. G.luca

    io quoto miky ed umberto. PUNTO!

Lascia un commento