↑ Torna a Modelli

Saab 92 – My1950/My1956

Il frontale di una Saab 92 My1950, la prima vettura Saab (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

La prima Saab…

Moltissimi nostri lettori ci hanno chiesto di riproporre le schede tecniche dei modelli prodotti dal brand scandinavo Saab e mossi dalla passione e dall’impegno di fornire un servizio sempre migliore ai nostri lettori abbiamo, con immenso piacere, siglato una collaborazione con il Saab Club Italia che già in questa scheda segnerà il suo contributo. La scheda tecnica seguente non si propone solo di risegnalarVi nozioni già presentate nel precedente blog, ma propone nuovi dettagli e curiosità. Ed ora come promesso, Vi lasciamo alla scheda della prima Saab prodotta dopo la concept UrSaab, la Saab 92 del 1950.

La Saab 92 fu il primo modello di serie prodotto da Saab, la sua produzione iniziò nel dicembre 1949 pochi anni dopo la nascita della prima concept l’UrSaab 92001. La 92 pronta per la vendita era accreditata di un cx stradale effettivo di circa 0,35 (più che eccellente all’epoca) in luogo del progettato 0,30. Il principale motivo per cui non venne mantenuta la linea bellissima del prototipo (disegnato dal noto designer svedese Mr. Sixten Sason fautore della mitica Hassemblad e di certi elettrodomestici Electrolux) era esclusivamente una questione di praticità, nell’uso in strade sconnesse di campagna ed in strade innevate la concept UrSaab tratteneva troppa neve. Una peculiarità della storica 92 era il suo colore, i primi modelli realizzati erano tutti di colore verde come gli aerei militari Saab realizzati durante la seconda guerra mondiale e solo dopo alcuni anni di produzione vennero aggiunti altri colori. La vettura non era esente da difetti, questo primo modello in particolare lamentava alcuni problemi al raffredamento. Il raffreddamento a termosifone con radiatore posto dietro il motore in climi più caldi di quello scandinavo procuravano surriscaldamenti del propulsore.

Il profilo della Saab 92 in una storica immagine del marchio svedese (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1950 – I My1950 sono riconducibili all’intervallo di numeri di telaio 1/700. La vettura si fa subito apprezzare per la sua incredibile maneggevolezza, grazie anche al peso di soli 805kg. La strumentazione è dell’azienda americana Stewart-Warner. La 92 non fu esente da critiche e la principale sollevata dai clienti era la mancanza di un’apertura esterna del bagagliaio posteriore, ma la casa promise subito imminenti modifiche.

1951 – Nel 1951 le auto prodotte come My1951 segnano i numeri di telaio dal 701 al 1469. La saab numero 1000 venne prodotta nell’autunno del 1951.

1952 – A partire dal 1952 iniziano le modifiche più interessanti al veicolo, che vanno a toccare telaio e strumentazione. La My1952 segna l’intervallo di numeri di telaio 1470/5300 e presenta nuove soluzioni per lo chassis e per la strumentazione che viene prodotta dalla tedesca Vdo.

1953 – Dal 1953 inizia la produzione della My1953 (numeri di telaio dal 5301 al 8000) e si annunciano, attraverso riviste del settore e nuovi cataloghi, una denominazione ufficiale (la Saab 92 diventa Saab 92B) e significative modifiche come:

  • Nuovo lunotto incrementato del 53%.
  • Nuovo baule più capiente del 32%, con apertura esterna ottenuta ridisegnando l’alloggiamento del serbatoio di carburante da 35 litri.
  • Nuova gamma di colori, che ampliano l’offerta: nero, blu-grigio e grigio.
  • I sedili sono ridisegnati e presentano nuove imbottiture spugnose che ne migliorano il comfort. Gli interni vengono nuovamente studiati per i lunghi viaggi (alcuni accessori permettono agli occupanti di dormire nell’abitacolo) e per facilitare il carico di oggetti ingombranti (la Saab 92B viene considerata una mini van).

Lo slogan della nuova versione della Saab 92B My1953 presenta la filosofia legata alla sicurezza del brand scandinavo: “Scegli una Saab, la trazione anteriore con cellula di Sicurezza“.

Gli interni della Saab 92 prodotta dal 1950 al 1956 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

1954 – La My1954 riconoscibile dall’intervallo del numero di telaio 8001/12000, vede l’applicazione di nuovo carburatore: il Solex 32Bi e l’adozione di una nuova bobina di accensione con differente fasatura che permettono abbinate di aumentare di 28cv la potenza massima. Sempre in questo anno le vernici diventano sintetiche (segnando così l’attenzione per l’ambiente del costruttore svedese) ed i parafanghi vengono evidenziati da cromature lineari. Il modello risulta disponibile anche con nuovi cerchi da 15″ dotati di fori di raffreddamento che aiutano l’impianto frenante. I finestrini delle portiere montano dei piccoli deflettori in plastica posti nell’angolo posteriore alto che verranno mantenuti sino al 1980 sull’ultima 96 prodotta. La fanaleria viene prodotta dalla tedesca Hella ed il cruscotto è rifinito con nuovi inserti. La gamma dei colori aumenta e si aggiungono: verde, grigio, blu-grigio, nero e bordeaux.
Il 06 Marzo 1954 esce dalla fabbrica di Trollhättan la Saab numero 10000 e nell’estate dello stesso anno gli optional aumentano proponendo un tetto apribile in tela che sebbene il costo irrisorio non ebbe molto successo.

1955 – La My1955 (numeri di telaio dal 12001 al 19625) vede una nuova fanaleria posteriore e l’adozione, dalla numero 11001 per la precisione, della pompa di benzina elettrica. Si aggiunge il nuovo colore: moss-green.

1956 – La Saab My1956 segna l’ultimo anno di produzione della Saab 92 che venne costruita assieme alla nuova Saab 93. In questo anno le principali modifiche rispetto ai veicoli prodotti precedentemente riguardano il paraurti anteriore diviso in due pezzi come nella nuova Saab 93 ed il parurti posteriore composto da un unico pezzo, sempre come la nuova nata 93. Nuovi colori disponibili: grigio verde ed il beige.

Il retro dell'iconica Saab 92 (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

In totale vennero costruite 20128 Saab 92 delle quali 14828 erano 92B.

Dimensioni

Interasse: 247cm
Lunghezza: 395cm
Larghezza: 162cm
Altezza: 145cm

Per ogni info, curiosità e nozione esposta nell’articolo ringraziamo il Saab Club Italia per la grandissima consulenza e professionalità dimostrata. Segnaliamo il portale ufficiale del Club: Saab Club Italia.

Saab Club Italia - Banner Ufficiale

Lascia un commento