Giu 29

SAAB|news

Il parere “elettrico” di un ex Direttore Tecnico Saab

Una foto di Mr. Peter Zienau ex Direttore Tecnico Saab (Photo Credit: Ttela.se)

Nuovo commento…

Dopo averVi segnalato diversi commenti (positivi e negativi) sull’acquisizione di Saab da parte del consorzio elettrico Nevs, ecco un nuovo parere esposto da un ex Direttore Tecnico della casa di Trollhättan Mr. Peter Zienau che intervistato dal celebre quotidiano Ttela ha cercato di presentare la propria posizione sull’affare Saab e sul futuro del marchio svedese. “La questione non è se, ma quando saremo pronti alle vetture elettriche” esordisce Mr. Zienau che si conferma attento a questo nuovo tipo di tecnologia “Dobbiamo capire se la Svezia è matura per questo tipo di veicoli elettrici“. Innovatum Ab che da anni segue le nuove tecnologie e si è rivelata sempre attenta alle innovazioni sta effettuando un indagine proprio per dare risposte a queste domande e lo stesso ex Direttore Tecnico di Saab Mr. Zienau ne è coinvolto. “Lo studio condotto da Innovatum Ab non è collegato al nuovo proprietario di Saab, il consorzio elettrico Nevs, ma è iniziato diverso tempo fa circa un anno e mezzo prima dell’acquisizione, ciò testimonia non solo la lungimiranza di Innovatum Ab, ma anche l’attenzione rivolta ai mercati emergenti del settore automotive” dichiara il manager svedese che aggiunge “Da questa indagine si dovrebbe capire se il mercato scandinavo è pronto ad accettare mezzi di propulsione differenti da quelli attuali”. L’attenzione da parte di Innovatum Ab non è soltanto statistica, ma come infatti conferma Mr. Peter Zienau impiegato proprio in questa società, il lavoro legato al settore dell’automotive elettrico è iniziato da diversi anni in Svezia ed oggi sono parecchie le competenze riunite negli stabilimenti di Stallbacka dove lavorano diversi suoi ex colleghi prima impiegati in Saab Automobile Ab.

Leggi il resto »

Giu 29

SAAB|news

Mr. Johan Jiang Kai si è trasferito a Trollhättan

Una foto scattata a Mr. Johan Jiang Kai immortalato negli stabilimenti Saab (Photo Credit: Ttela.se)

Una nuova casa…

Il quotidiano economico svedese Dagens Industri ha riportato che il manager di origini asiatiche Mr. Johan Jiang Kai Amministratore Delegato di National Modern Energy Holdings Ltd. che possiede il 51% delle quote del consorzio elettrico Nevs si è trasferito a Trollhättan per rimanere più vicino al brand scandinavo e seguire al meglio la casa automobilistica svedese acquistata da poco. Fino ad ora Mr. Johan Jiang Kai viveva a Pechino, ma sul suo trasferirmento ha dichiarato alla stampa “Voglio dimostrare a tutti che il mio investimento nei confronti di Saab è importante ed è un affare a cui tengo molto”. Questo cambio di residenza non sarà del tutto indolore, il manager cinese dovrà infatti rinunciare alla Presidenza della National Bio Energi un Associazione Asiatica attenta all’ambiente e commentando tale rinuncia a Dagens Industri ha affermato “Il mio impegno nei confronti dell’ambiente è stato influenzato da mia madre. E’ morta a causa della leucemia dovuta all’acqua contaminata e ritengo che ognuno di noi debba fare qualcosa per il proprio pianeta e credo fermamente che le auto elettriche oltre a rispettarlo saranno il futuro per tutti”. La vicenda che riguarda l’utilizzo del logo e del marchio Saab ha monopolizzato le ultime giornate di questa settimana e proprio su questo tema Mr. Johan Jiang Kai ha voluto ribadire al Financial Times “Abbiamo investito diversi Milioni di Corone per acquistare Saab Automobile Ab, ma non ci fermiamo il consorzio Nevs vuole il nome Saab” confermandosi indirettamente disposto ad investire ulteriori risorse per avere la possibilità di utilizzare il marchio sui prossimi prodotti di Nevs. Attendiamo maggiori dettagli su questa vicenda che si sta rivelando davvero delicata per il futuro del brand.

Giu 28

SAAB|news

E’ davvero la fine di Saab?

Una Saab 9-3 Cabrio "ghiacciata" per l'Ice Experience (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Il nostro parere…

Non utilizzare il marchio Saab decreta la fine di questa casa automobilistica? E’ la domanda che continuiamo a porci e non riusciamo a trovarne risposta. Saab è stata acquistata dal consorzio elettrico Nevs National Electric Vehicle Sweden che dopo aver tenuto una prima conferenza stampa, nella quale ha delineato a grandi linee alcuni suoi prossimi obbiettivi, non ha voluto più incontrare la stampa che non può fare altro che riportare questo “silenzio”. La mission di questo nuovo consorzio è chiara ed il suo stesso nome lo conferma, rilanciare la casa automobilistica di Trollhättan in una nuova “era” completamente elettrica, una trasformazione completa non solo nella linea produttiva, ma anche nella filosofia di questo marchio che non è stata accettata di buon grado da tutti. Sono sorte subito delle divisioni sia tra i fans, sia tra la fedele clientela e sia tra i diversi addetti ai lavori (dealer e riparatori autorizzati), ma sinceramente anche la nostra Redazione se lo immaginava, il cambiamento sarà davvero radicale ed è difficile da accettare in quanto non si conoscono in dettaglio i piani aziendali di Nevs. La notizia battuta oggi ci lascia però sprofondare nuovamente nell’incertezza. Si può “congelare” (perdonateci il termine) per anni un marchio e rilanciarlo sul mercato dopo diverso tempo? Questa “pausa” potrebbe riflettersi negativamente sulla clientela e sull’indotto del marchio? Sinceramente crediamo di si.

Non vogliamo sembrare negativi (non lo siamo mai stati ed abbiamo sempre cercato di vedere il “bicchiere mezzo pieno”), ma se la notizia segnalata oggi relativa all’utilizzo del brand Saab sarà confermata ufficialmente, la storia di questo marchio automobilistico ed il suo futuro sembrano diventare ancora più incerti. La società Saab Automobile Ab è sopravvissuta, certo, grazie ad un nuovo proprietario desideroso di rilanciarla grazie a nuove innovazioni e tecnologie, ma se già le tempistiche previste erano sembrate “tirate per i capelli” questi mancati diritti di utilizzo sul brand potrebbero decretarne la sua “fine”. Ribadiamo nuovamente, non stiamo parlando della fine aziendale, della produzione e dello sviluppo di autovetture presso gli storici stabilimenti di Trollhättan, ma di un “era” che nel bene e nel male è sempre continuata con il classico Grifone da sempre considerato il vero emblema di Saab.

Leggi il resto »

Giu 28

SAAB|news

Nevs non potrà utilizzare il marchio Saab

Una foto del marchio Saab (Photo Credit: Saab Automobile Ab)

Per ora…

Il blog internazionale Saabs United ritorna a puntare l’attenzione sul marchio Saab e sull’utilizzo del suo logo. Come molti dei nostri lettori sapranno i diritti di utilizzo di tale marchio devono essere approvati da tutti i co-proprietari di tale logo: Saab Group Ab, Scania Ab ed ovviamente Saab Automobile Ab. La proprietà del marchio è divisa per queste tre società, ma l’utilizzo del logo e del marchio Saab e del suo Grifone è permesso solo se tutte le società condividono i Business Plan dei co-proprietari. I danni di immagine al marchio registrati fino ad oggi sono davvero pesanti e questa particolare attenzione da parte di Saab Goup Ab e di Scania Ab sono più che condivisibili, ma il futuro di questo marchio potrebbe decretare il nuovo inizio o la fine per Saab Automobile Ab. Secondo quanto segnalato proprio oggi dal blog internazionale i meeting tenuti tra i tre co-proprietari non sembrano essersi conclusi positivamente e secondo alcune fonti di Saabs United, Saab Group Ab non concederà i diritti di utilizzo del marchio Saab al consorzio elettrico Nevs. Il nuovo proprietario della casa automobilistica di Trollhättan National Electric Vehicle Sweden Nevs non sembra deciso ad intraprendere ulteriori azioni in questa vicenda, ma sembra interessato soprattutto allo sviluppo di tecnologie come mission principale. In questi anni gli obbiettivi di Nevs saranno diversi, non solo concentrati sullo sviluppo e sulla produzione di vetture elettriche (previste per la fine del 2013), ma su varie mission legate a diversi settori. Non conosciamo ancora chiaramente quali saranno i veri obbiettivi di Nevs, ma se il nuovo proprietario non potrà utilizzare il marchio Saab nei prossimi anni non possiamo che essere preoccupati per il prossimo futuro, fino alla fine del 2013 non è ufficialmente prevista una nuova vettura e per allora è pur vero che gli accordi con Saab Group Ab potrebbero essere nuovamente siglati, ma il grande pubblico ed i consumatori come potranno accettare la ricomparsa di questo marchio sul mercato?

Giu 28

SAAB|news

Una nuova “era” per i Fornitori

Una foto di Mr. Fredrik Sidahl Ceo dell'Associazione di Fornitori Automobilistici Svedesi Fkg (Photo Credit: Ttela.se)

Stavolta commenti positivi…

Mr. Frederik Sidahl Ceo dell’Associazione di Fornitori Automobilistici Svedesi Fkg al contrario di quanto aveva segnalato in passato si è rivelato positivamente convinto del nuovo proprietario di Saab. Grazie ad una nuova intervista della testata svedese Ttela possiamo segnalarVi questo repentino cambio di parere da parte di Mr. Sidahl che ha commentato “Ora è il momento della verità per il consorzio elettrico Nevs. Il nuovo proprietario non può fare tutto da sé ed avrà bisogno dei nostri fornitori”. Il nuovo proprietario di Saab potrebbe dare una nuova spinta dell’industria automobilistica in Svezia secondo Fkg e sembrano diversi i fornitori indipendenti che credono nella produzione di auto elettriche a Trollhättan “Diversi fornitori di componenti automobilistici credono nella produzione elettrica, questa potrebbe rivelarsi una nuova era per la ricerca e lo sviluppo svedese” afferma Mr. Frederik Sidahl. La prossima media premium Saab 9-3 completamente elettrica sarà lanciata nel 2013/2014 secondo quanto segnalato da Nevs ed in questo periodo il Ceo di Fkg si conferma deciso a incontrare il nuovo proprietario per siglare accordi e sviluppare in collaborazione questo modello. “In passato la Svezia era uno dei leader nello sviluppo di tecnologie ed innovazioni in ogni campo e potrebbe ritornare a ricoprire tale ruolo in questo settore” continua Mr. Sidahl “Oggi si spendono 450 Milioni di Corone all’anno in ricerca tecnologica nel settore automotive. La competenza in questo campo si trova qui, Nevs non può farlo senza di noi ed ora bisogna chiarire se sono interessati a ciò che è disponibile qui”. National Electric Vehicle Sweden Nevs aveva dichiarato in passato che sarebbe rimasta in contatto con i fornitori di Saab e su questo ultimo punto il Ceo svedese conclude “Non siamo stati in contatto con Nevs prima dell’acquisizione, dopo la conferma ufficiale abbiamo avut dei contatti, penso che attendevano di terminare la transizione”.

Pagina 20 di 347...10...16171819202122232425...4050607080...»|